Gruppo termico Ø 46,5 in ghisa con spinotto Ø 10

125,00 €
Quantità
Articolo al momento non disponibile

 

Pagamenti sicuri con Paypal, Carta di credito, Bonifico, Contrassegno

 

Consegna espressa in tutta Italia in 24/48h

 

Garanzia soddisfatti o rimborsati entro 30 giorni

GRUPPI TERMICI PIAGGIO IN GHISA

Divertirsi senza complicazioni

(6 travasi - pistone a 2 segmenti)

I gruppi termici in ghisa Malossi, il primo e più semplice step di modifica del motore del vostro ciclomotore, sono la scelta ottimale per continuare ad utilizzare un impianto di scarico di serie o di tipo omologato.

In questi gruppi termici la caratteristica di elevata durabilità della ghisa si unisce agli standard di qualità quasi maniacali di Malossi, una delle pochissime aziende ad esigere il massimo anche da questa classe di gruppi termici. In quest’ottica si inseriscono le rigidissime selezioni per l’accoppiamento tra cilindro e pistone rigorosamente mantenuto all’interno della fascia dei 20 micron massimi di tolleranza.

Il gruppo termico offre un aumento delle prestazioni di potenza e coppia grazie al nuovo cilindro in ghisa, che, pur mantenendo invariati sia l’alesaggio che la tecnica di collegamento alla marmitta, si è avvantaggiato di una riprogettazione totale che ha portato alla sostituzione integrale della travaseria interna, che ora consente un accoppiamento ottimale non solo con i nostri carter, ma anche con quelli originali. Il montaggio di questi gruppi termici sui carter originali, infatti, richiede la sola barenatura del passaggio canna cilindro.

72_7084

Rispetto alla versione precedente: lo scarico è stato rivisitato sia nelle geometrie, riprofilate e variate dimensionalmente, che nella fasatura, accordata ai tempi dell’aspirazione; i travasi di aspirazione sono perfettamente simmetrici nell’imbocco al cilindro e il percorso dei flussi ha un orientamento del tutto diverso dei gas freschi all’ingresso in camera. La grande novità sono i travasi posteriori, che, sottoposti ad una rivisitazione della tecnica del posteriore “ad unghia”, presentano ora un’adeguata inclinazione e, soprattutto, una progressione calcolata di aree di attraversamento dei flussi. L’unione dei due condotti posteriori nella caratteristica forma ad “H” permette di sfruttare al massimo il lavoro di pompaggio, trasferendo la maggiore energia possibile con le minori perdite ai flussi. Queste innovazioni si traducono in una maggiore uniformità del lavaggio tra i lati destro e sinistro, che determina una migliore combustione e, di conseguenza, un incredibile aumento dei rendimenti caratteristici dei motori a due tempi.

3118570